Paziente con alito cattivo.

Tutto quello che dovete sapere sull’alitosi

L’alitosi, nota come alito cattivo, è una barriera spesso invisibile che può avere un impatto significativo sulle nostre relazioni personali e professionali. Anche se l’alitosi può sembrare un piccolo problema, può avere gravi conseguenze sull’autostima e sulla qualità di vita. La maggior parte delle persone ha problemi occasionali con l’alitosi, dopo il consumo di determinati cibi o bevande, ma un’alitosi persistente è spesso sintomo di problemi dentali più profondi o addirittura sistemici.

Nel nostro studio dentistico OrthoDental abbiamo spesso pazienti che cercano rimedi per l’alitosi ma non sanno esattamente quali siano le sue cause. La consapevolezza dei fattori che possono influenzarla è la chiave per gestirla con successo.

Paziente con alito cattivo.

Cosa causa l’alitosi? 

L’alitosi può essere causata da una serie di fattori, che vanno da abitudini superficiali a problemi di salute più profondi. Le cinque cause principali dell’alitosi sono:

  • Batteri accumulati in bocca: I batteri che si accumulano tra i denti, sulla lingua e sulle gengive possono rilasciare odori sgradevoli quando decompongono i residui di cibo.

  • Bocca secca: La mancanza di saliva può far sì che i batteri invadano la cavità orale, impedendole di pulirsi naturalmente.

  • Consumo di determinati cibi e bevande: Alimenti come la cipolla, l’aglio e il caffè possono causare immediatamente l’alitosi.

  • Fumo e tabacco: Questi fattori non solo causano l’alitosi, ma aumentano anche il rischio di varie malattie gengivali.

  • Problemi di salute: Anche le malattie gengivali, la sinusite, il diabete, le malattie polmonari, i problemi di stomaco e altri problemi di salute possono causare l’alitosi. 

Altri fattori che influenzano l’alitosi 

L’alitosi  può essere causata anche da problemi dentali come carie, ascessi dentali o gengivite (infiammazione delle gengive). Un’igiene orale scorretta, come non lavarsi abbastanza frequentemente i denti, non usare il filo interdentale o il collutorio, permette ai batteri di moltiplicarsi e rilasciare i cattivi odori. Anche la mancanza di una pulizia regolare della lingua, dove i batteri si annidano volentieri, è una causa comune.

Anche le abitudini alimentari, come il consumo di cibi dal forte odore (aglio, cipolla, spezie), possono essere una causa temporanea di alitosi.  Un’altra causa molto comune è anche la disidratazione, che comporta una riduzione della produzione di saliva. Infatti, la saliva agisce come un detergente naturale nella cavità orale.

A causa di questa ampia gamma di possibili cause, è importante consultare un professionista, come un dentista di OrthoDental, se si nota un’alitosi persistente o ricorrente, per determinarne l’origine e prendere le misure appropriate.

Come notare l’alitosi? 

Individuare l’alitosi non è sempre facile, poiché il nostro olfatto può abituarsi a odori costanti provenienti dalla nostra cavità orale. Per questo motivo, spesso molte persone non si rendono conto di avere un problema finché qualcun altro non glielo fa notare. Fortunatamente, esistono metodi e segnali specifici che possono aiutarci a identificare e valutare il nostro alito.

Controllate il vostro alito da soli 

Uno dei modi più semplici per controllare il vostro alito è quello di respirare nel palmo della mano. Dopodiché, si deve inspirare profondamente dal naso per rilevare l’odore. Anche se questo metodo non è affidabile al 100%, può fornire una rapida stima. Un altro metodo comune è quello di leccare il polso con la punta della lingua, lasciare che la saliva si asciughi e poi annusare la zona. Se si percepisce un cattivo odore, è probabile che si abbia l’alito cattivo.

Osservare la lingua è un altro buon metodo per capire se si ha l’alitosi. Spesso una patina biancastra o giallastra sulla lingua è segno di un accumulo di batteri che possono rilasciare odori.

Imparare a riconoscere i segni sulla lingua

La patina sulla lingua è spesso un indicatore chiave dell’alito cattivo. La patina è solitamente più spessa verso la parte posteriore della lingua e ha una sfumatura biancastra o giallastra. È costituita da cellule morte, residui di cibo e batteri che possono accumularsi sulla superficie della lingua. Se la lingua non viene pulita regolarmente, i batteri decompongono queste particelle e rilasciano composti solforati che causano un odore sgradevole. Il cibo può accumularsi anche tra i denti, quindi è consigliato usare il filo interdentale e spazzolare accuratamente i denti.

Consigli per prevenire e curare l’alitosi 

Importanza di un’igiene orale regolare

L’igiene orale è una linea di difesa fondamentale contro l’alitosi. Lo spazzolamento regolare dei denti almeno due volte al giorno, l’uso del filo interdentale e la pulizia della lingua aiutano a rimuovere i residui di cibo e i batteri, che sono i principali responsabili dell’alito cattivo.

Importanza dei liquidi sulla salute orale 

La disidratazione può ridurre la produzione di saliva, che pulisce naturalmente le pareti della bocca e neutralizza i batteri. Bere acqua a sufficienza durante la giornata aiuta a mantenere l’umidità della bocca e a prevenire l’alitosi. 

Bevande e abitudini che possono causare l’alitosi 

Caffè, bevande alcoliche e fumo possono aggravare l’alitosi inibendo la produzione di saliva e creando un ambiente in cui i batteri si moltiplicano più rapidamente. Limitare queste abitudini può contribuire a migliorare la qualità dell’alito.

Anche l’alcol causa problemi alla vostra salute orale 

L’alcol provoca la secchezza della cavità orale, riducendo la produzione di saliva. Inoltre, alcuni collutori contenenti alcol possono peggiorare l’alitosi. 

Masticare per stimolare la salivazione e la salute orale

Masticare gomme da masticare senza zucchero o mangiare snack di verdure croccanti come carote o mele può aumentare la produzione di saliva e aiutare a pulire la cavità orale.

Gestire lo stress per una migliore salute orale

Lo stress può influire sulla salute orale aumentando l’acidità della bocca e riducendo la produzione di saliva. La ricerca di tecniche di gestione dello stress, come la meditazione o l’esercizio fisico, può indirettamente contribuire a migliorare la qualità dell’alito.

Esiste qualche trucco fai-da-te che può aiutare a combattere l’alitosi? 

La farmacia fai-da-te offre molte soluzioni naturali per combattere l’alitosi. Una possibilità è quella di sciacquare la bocca con una soluzione di bicarbonato di sodio e acqua, che può agire come un collutorio naturale neutralizzando le sostanze acide presenti nella bocca: causa comune dell’alito cattivo. Anche il tè verde è un ottimo rimedio naturale per l’alitosi, grazie alle sue proprietà antiossidanti e alla sua capacità di inibire la crescita batterica.

Altri rimedi casalinghi includono sciacquare la bocca con una soluzione di acqua e sale, che può ridurre la gengivite, o masticare foglie di prezzemolo, menta o basilico, che agiscono come rinfrescanti naturali dell’alito. Anche il consumo regolare di yogurt o di altri alimenti probiotici può contribuire a riequilibrare la flora batterica della bocca, riducendo la possibilità di alitosi. 

Quando rivolgersi a un professionista?

A volte i rimedi casalinghi e la corretta igiene orale non sono sufficienti per eliminare l’alitosi. Se questa persiste nonostante l’uso regolare dello spazzolino, del filo interdentale e di un collutorio appropriato, è il momento di consultare un dentista presso OrthoDental. L’alitosi cronica può indicare altri problemi di salute, come gengiviti, infezioni della cavità orale o addirittura problemi digestivi.

Avete mai sentito parlare di alitofobia?

L’alitofobia è una condizione in cui un individuo crede erroneamente di avere costantemente l’alito cattivo, anche quando ciò non è vero. Se sospettate che i vostri problemi di alito vi stiano causando troppo disagio o stiano avendo un impatto negativo sulla vostra vita quotidiana, può valere la pena consultare un professionista.

L’alito cattivo non è solo socialmente sgradevole, ma può anche essere sintomo di problemi di salute più profondi. È importante capire che, mentre i rimedi casalinghi per l’alitosi e l’igiene orale di base possono essere sufficienti a prevenire i problemi. sono anche situazioni in cui è necessario chiedere l’aiuto professionale di un dentista. Però in molti casi  ci sono anche situazioni in cui è necessario chiedere l’aiuto professionale di un dentista.

In OrthoDental ci impegniamo a prenderci cura della vostra salute orale. Se siete preoccupati per l’alito o per altri problemi di denti e gengive, vi invitiamo a venire da noi per consultarvi con i nostri esperti. Insieme troveremo la soluzione migliore per le vostre esigenze individuali e ci assicureremo che possiate tornare a godere di un sorriso spensierato.

Di seguito potete trovare anche gli articoli sulle afte e l’herpes, che sono fastidi simili all’alitosi:

Leggi l’articolo sull’herpes – https://orthodental.it/herpes-labiale

Leggi l’articolo sulle afte – https://orthodental.it/afte

5/5 - (24 votes)

Avtor prispevka

Gordana Čižmek

Gordana Čižmek

Gordana Čižmek è un'ortodontista, imprenditrice, madre e fondatrice del centro odontoiatrico OrthoDental, che ha studi in tutta la Slovenia. Nel suo tempo libero, ama fare escursioni in montagna, andare in bicicletta e passeggiare con il suo cane.


Torna su